Rughe

rughe del viso

Le rughe sono un cedimento delle strutture cutanee dovuto alla carenza di collagene ed elastina. Nascono prevalentemente a causa della ripetuta contrazione e stiramento di alcune zone della pelle, in special modo, del viso.

Quali sono le cause principali delle rughe?

Le rughe sono dovute quindi all’invecchiamento e dipendono poi dal corredo genetico personale (invecchiamento intrinseco), e ad altri fattori dipendenti più dalla condotta di vita ed alla presenza o assenza di trattamenti specifici per la pelle. Più nel dettaglio, in seguito all’invecchiamento, i fibroblasti presenti a livello del derma diminuiscono gradualmente e inesorabilmente la loro attività. Viene ridotta la sintesi di fibre elastiche, fibre collagene e glicosamminoglicani (i componenti fondamentali che aiutano a sostenere e sorreggere la pelle attraverso la formazione di una sorta di impalcatura).
Le fibre elastiche e il collagene già formati, invece, si assottigliano e la loro struttura si altera, provocando un ulteriore “cedimento” della pelle. Allo stesso tempo, con il passare del tempo si assiste ad una ridotta produzione di sebo. Questo provoca l’assottigliamento del film idro-lipidico che riveste la cute e l’aumento della disidratazione cutanea.
Inoltre non bisogna dimenticare che anche i melanociti nel tempo, diminuiscono la loro attività , producendo minor melanina. Questo rallentamento sottopone il derma ad un più accentuato fotoinvecchiamento.
Tipicamente le rughe iniziano ad apparire verso i 30 anni e si accentuano per il sopraggiungere della menopausa, per le donne.

Prevenire le rughe migliorando lo stile di vita

Alcuni semplici accorgimenti nella vita di tutti i giorni possono aiutare ad allontanare la comparsa delle rughe nel tempo, sono indicazioni semplici ma spesso difficili da mettere in pratica :

  • Fumo: Il fumo ha diversi effetti negativi sulla pelle. La nicotina che viene liberata nel sangue causa una contrazione permanente dei vasi sanguigni nel derma, i quali non riescono più a nutrire in modo efficace le cellule. Questa vasocostrizione aumenta la velocità dell’invecchiamento cutaneo e la comparsa delle rughe. La pelle dei fumatori inoltre appare spesso pallida e spenta.
    Il fumo causa la formazione di rughe anche da un punto di vista “meccanico”. Il movimento ripetuto dal fumatore durante la suzione della sigaretta nel corso del tempo contribuisce in modo decisivo alla formazione di rughe nel contorno labbra (c.d. “codice a barre”).
  • Alcool: comporta una dilatazione e una perdita di elasticità dei vasi capillari che, come detto precedentemente, causa una diminuzione di apporto nutritivo alle cellule e la formazione di rughe. Inoltre, l’alcool contribuisce a disidratare il nostro organismo e ad esaurire le riserve di vitamina A e C, forti antiossidanti in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi.
  • Stress: disidrata la pelle, perché quando siamo sotto pressione il corpo devia il flusso sanguigno dagli organi periferici come la pelle per poter fornire energia ai muscoli. E poi l’epidermide si arrossa facilmente, perché c’è uno stato infiammatorio che in alcuni casi può portare all’acne rosacea. In generale, tutto il volto ne risente: la pelle perde luminosità, gli occhi sono cerchiati a causa della cronica carenza di sonno e anche le dimensioni della mascella aumentano.

Il sole aumenta le rughe?

Purtroppo anche in questo caso la risposta è affermativa. Vediamo nel dettaglio cosa provocano i raggi del sole sulla nostra pelle:

  • Radiazioni luminose: sia naturali che artificiali. Sebbene le rughe siano comuni in età adulta, può capitare in alcuni casi che si sviluppino precocemente. In questi casi, spesso, la causa principale è da attribuire a un’eccessiva esposizione solare sin dai primi anni di vita. Questo particolare processo di invecchiamento cutaneo viene definito
  • Fotoinvecchiamento (photoaging): L’esposizione non protetta ai raggi ultravioletti emessi dal sole determina un aumento di produzione di radicali liberi nel nostro organismo. L’aumento avviene molto rapidamente, a partire dai 15 minuti di esposizione. I radicali liberi sono molecole instabili in quanto contengono almeno un elettrone spaiato. Per questo motivo sono molecole molto reattive che tendono a sottrarre un elettrone alle molecole vicine. Tutto questo crea un processo degenerativo dei fibroblasti, una degradazione delle fibre di collagene ed elastina e un aumento di produzione di pigmento che causano la comparsa di rughe e macchie cutanee.
    Nei casi peggiori, l’esposizione non protetta ai raggi UV determina una modifica a livello genetico e lo sviluppo di tumori della pelle

Ginnastica facciale contro le rughe

Accentuata mimica del viso aumenta le rughe d’espressione, sostanzialmente, si formano a seguito della continua sollecitazione cui la pelle viene sottoposta dai muscoli mimici presenti nel nostro volto. Non a caso, questo tipo di rughe è maggiormente evidente negli individui che possiedono un’accentuata mimica facciale e che, pertanto, fanno un ampio utilizzo della suddetta muscolatura facciale. Esiste un tipo di ginnastica facciale atta a contrastare gli effetti di questo tipo di “atteggiamento soggettivo”. Per quanto poi non sia un vero e proprio metodo in grado di favorire la sopravvenienza di rughe facciali, uno stile di vita sano essere molto utile per rallentarne la comparsa e per mantenere una pelle sana e bella, anche con l’avanzare dell’età

Quali sono le tipologie di rughe più diffuse?

  • Rughe d’espressione: dovute alla continua contrazione dei muscoli superficiali del viso, per manifestare le proprie emozione si formano prevalentemente vicino a occhi e angoli della bocca.
  • Rughe da sonno:Le rughe da sonno sono la conseguenza diretta delle espressioni e delle posizioni prese durante la notte. Quando si è giovani scompaiono in poco tempo subito dopo il risveglio, con il tempo però tendono a restare sul viso e diventare permanenti.
  • Rughe gravitazionali: Le rughe gravitazionali sono provocate dall’azione sulla pelle della forza di gravità, che ne favorisce la discesa sui tessuti sottostanti. La comparsa di questa tipologia di rughe è favorita dall’atrofia del tessuto adiposo sottocutaneo e dalle alterazioni della struttura ossea. Un’ulteriore causa può essere la perdita di tono, compattezza ed elasticità tipica dell’avanzare del tempo.
  • Rughe attiniche:Le rughe attiniche dipendono dall’esposizione del derma alle radiazioni ultraviolette (provenienti sia dalla luce naturale che da quella artificiale). Da esse dipende il sopracitato fotoinvecchiamento della cute. Questa particolare ruga poi, conferisce alla pelle il classico aspetto detto “a pergamena”.

Quali sono i possibili rimedi?

  • Cosmetologia: essa è sempre alla ricerca di prodotti che siano in grado di favorire la retrocessione o ritardare la formazione del fenomeno, in modo più naturale e non invasivo. Vengono create dai laboratori creme viso o sieri viso con formule specifiche contro i segni dell’età. I rimedi con essa posta in atto vanno dal fornire la pelle di sostanze utili come acqua, grassi e acido ialuronico, antiossidanti fondamentali a contrastare l’azione dei radicali liberi.
  • Fotoinvecchiamento: è fondamentale bloccare l’azione dei raggi UVA attraverso l’utilizzo di adeguati filtri solari. Più precisamente , si potranno assumere vitamina E e Vitamina C, la prima è una vitamina liposolubile ed è nota soprattutto per le sue proprietà antiossidanti. E’ presente in oli vegetali ( olio di arachidi, olio di semi di girasole, di germe di grano e di oliva), lo si trova nel grano intero e alcuni tipi di frutta secca ( mandorle, noci nocciole ). La vitamina C o acido ascorbico è anch’essa liposolubile ed è largamente presente in alcuni tipi di frutta e verdura. I principali sono: agrumi (limoni, arance, mandarini) , kiwi, fragole, ribes nero, verdure a foglia scura ( broccoli, crescione, spinaci, cavolo ), pomodori, peperoni, patate.

Chirurgia estetica:

La medicina continua ad offrire soluzioni molto più invasive, ma con i risultati più duraturi con tecniche laser ( lifting), utilizzo di tossine botuliniche. Queste sostanze aiutano a spianare le rughe inibendo la contrazione dei muscoli facciali. Sostanze chimiche, radiofrequenze e micro-cristalli per stimolare la crescita di collagene ed elastina.
To lift in inglese significa sollevare. Il lifting è un intervento di alta chirurgia plastica che ha lo scopo di sollevare i tessuti che si sono rilassati e hanno perso tonicità. Questo allo scopo di ringiovanire l’aspetto del volto.

  • Lifting profondo: propriamente chiamato ritidectomia. Questo trattamento elimina la pelle in eccesso, rimodella i muscoli sottostanti, soprattutto sotto al mento, ai lati della bocca e sulle guance.
    Dove necessario si procede alla rimozione del grasso oppure si aggiunge volume, grazie all’autotrapianto di tessuto adiposo, nelle zone svuotate. Il viso appare più compatto, riportando indietro il tempo di circa dieci anni.
    Infine, l’utilizzo del proprio grasso come sostanza riempitiva si rivela efficace anche sotto il profilo del miglioramento qualitativo dei tessuti. Risulta una sorgente di cellule staminale con notevoli potenzialità rigenerative.
    Il chirurgo pratica delle incisioni su ciascun lato del viso in zone vicine all’attaccatura dei capelli, in modo che le eventuali cicatrici restino poi da questi nascoste.
    Quindi solleva la pelle e la stira togliendone l’eccesso. In alcuni casi, è possibile tonificare anche le fasce muscolari sottostanti.
  • Lifting volumetrico: oltre al riposizionamento della pelle, ha lo scopo di integrare i tessuti sottocutanei. L’intervento, che può durare diverse ore, è eseguito in anestesia generale o locale e necessita di un periodo di convalescenza di almeno due settimane.

Controindicazioni dei rimedi chirurgici

La controindicazione di questi rimedi chirurgici è fondamentalmente di tipo psicologico, ma non è da sottovalutare. Infatti queste operazioni conferiscono spesso al volto una rigidità particolare. Questa è una caratteristica spesso notata dalle persone, che tendono a considerarla come un’assenza innaturale di emozioni. In questo modo si ottiene l’effetto opposto rispetto a quello che chi si sottopone a queste vere e proprie operazioni, vorrebbe conseguire. La chiave, quindi, è prendersi cura della propria bellezza senza stravolgerla. Per questo coccolare la pelle del viso con creme, sieri e oli specifici è la soluzione giusta per avere un aspetto sano senza però perdere la propria identità.

Prodotti naturali contro le rughe

Un rimedio contro l’insorgenza delle rughe può essere quello messo in campo dalle creme a base di bava di lumaca. Come varie ricerche hanno mostrato, la secrezione emessa da questi animali è un concentrato di sostanze nutritive e rigeneranti. Troviamo vari elementi impiegati in ambito cosmetico come l’allantoina, l’acido glicolico, l’elastina, il collagene ed alcune vitamine, proteine e peptidi. La bava di lumaca è conosciuta per le sue proprietà anti-invecchiamento. Viene utilizzata anche per trattare pelle grassa, rughe e smagliature, acne e rosacea, macchie senili, bruciature. Risulta ottima anche per trattare le cicatrici. La sua azione può essere riassunta nel favorire l’eliminazione della pelle morta con l’acido glicolico. L’allantoina invece stimola la rigenerazione cellulare , rimpiazzando le cellule morte, la vitamina C ed E nutrono la pelle, collagene ed elastina donano alla pelle elasticità.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.
Spedizione gratuita
4.8421052631579 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.7857142857143 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.8333333333333 su 5
19,90

Spedizione gratuita
4.8085106382979 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.7826086956522 su 5
29,90

Spedizione gratuita
4.6666666666667 su 5
22,90

Entra nel mondo di Nuvò Cosmetic.
Sconto del 15% sul tuo primo ordine!
"Registrandoti esprimi il tuo consenso a ricevere comunicazioni commerciali di Nuvò Cosmetic. Puoi revocare il tuo consenso in qualunque momento e consultare la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni.